3 buoni motivi per non rompere con il Webmaster

3 buoni motivi per non rompere con il Webmaster

 

Molte volte nel mio percorso lavorativo incontro clienti che hanno rotto con il proprio webmaster, o l’agenzia che ne cura il sito. I motivi sono i più disparati:

Perché quando parlo con loro fanno finta di non sentire.
Non era il lavoro che desideravo.
Non mi hanno fatto mai nessuna promozione.

Caccio solo soldi ma il mio sito non è su Google…

Potrei continuare quasi all’infinito, ma mi fermo qui, anche per non annoiarvi. Vi posso garantire che il più delle volte i problemi non sono dovuti al vostro webmaster, ma c’è anche da dire che, purtroppo, ci sono tanti, ma proprio tanti, avventori che non hanno proprio idea di cosa significhi avere un “Servizio Clienti” ad hoc, perché prima di saper fare un sito, una campagna web marketing, social ecc. bisogna saperci fare con il cliente…è fondamentale.

Se si rompe con il webmaster?

Che dire una mezza tragedia. Secondo me esistono 3 buoni motivi per non rompere con il Webmaster, sono importanti per non incappare in problemi.

3 buoni motivi per non rompere con il Webmaster

1 – Non avete accesso completo al vostro sito

Per poter dichiarare che un sito è vostro, voi dovete poter accedere, con nome utente e password, alla piattaforma del sito web e soprattutto al server. Di solito questo non avviene, un webmaster difficilmente consegna entrambi gli accessi, questo semplicemente per non avere problemi, perché il cliente potrebbe cancellare/spostare qualcosa e quindi compromettere il sito. Senza questi accessi il sito non può essere completamente vostro e quindi non può essere lavorato da altri.

2 – Il codice è sempre di chi lo sviluppa

Se chiedete ad un webmaster di dover sviluppare un sito, solo lui saprà la logica con la quale è stato scritto il sito web e solo lui può apportare dei grossi cambiamenti alla piattaforma. Chiedere ad un altro webmaster di operare delle modifiche, queste non potranno essere tutte effettuate, o almeno, non ad un costo basso perché chi si ritroverà a lavorare per voi, dovrà prima capire la logica della realizzazione del lavoro e poi iniziare con le modifiche. Questo comporta perdita di tempo, quindi tempo=denaro.

3 – La logica della realizzazione delle campagne marketing

Ovviamente, per chi ha commissionato un software web completo della promozione in rete, compromette anche questo tipo di campagne, perché trasferire il marketing da un webmaster ad un concorrente non è sempre cosa semplice e, purtroppo devo anche dire, non molto naturale..a nessuno fa piacere perdere soldi e poi magari “aiutare” il concorrente solo per il bene del cliente.

Alla luce di 3 buoni motivi per non rompere con il Webmaster, prima di interrompere il vostro rapporto con il vostro webmaster, fatelo con cognizione di causa e in maniera progressiva, altrimenti potrete incorrere in grossi problemi di gestione, sia da parte vostra che da parte di colui che inizierà il lavoro per voi.

Quali sono i vostri 3 buoni motivi per non rompere con il Webmaster?

Posted in Internet, Lavoro and tagged .

Rispondi