Modello di contratto per Social Media

E tu ce l’hai il Modello di contratto per Social Media

Contratto per i social media

Il contratto…croce è delizia di ogni freelance, non si sa mai cosa scrivere e come, diciamo che è uno dei primi scogli da dover superare, anche perché se non si ha una base “legale” da dove partire potremo avere le migliori conoscenze ma tutto sarà vano.

Basta una stretta di mano

Nel mio percorso professionale ho avuto un bel po di cantonate, clienti che mi hanno fatto fare lavori e poi sono spariti, chi invece si è ritirato il lavoro e non ha pagato, o anche chi mi ha fatto fare più volte sempre la stessa cosa, perché doveva vedere che effetto faceva una pagina web, se al posto del giallo mettevamo l’arancione…da ricovero, infatti arrivai anche alla conclusione di dire “la figura del Social Media Manager non fa per me..”, in verità è una cosa che ogni tanto mi passa per la testa però…

Nel tempo abbiamo perso quella capacità, l’onore, che bastava una parola, una stretta di mano perché un contratto poteva dirsi sicuro, certo, invece al giorno d’oggi dobbiamo procurarci un modello di contratto per Social Media per vedere di non incorrere in spiacevoli sorprese, ma basterà?

Quando il semplice modello di contratto per Social Media non ti farà ricevere i pagamenti dovuti

Ebbene sì, un contratto non è del tutto sicuro per ricevere i pagamenti, specialmente quando ci si trova nella situazione di freelance perché questa figura non è molto tutelata, tanto quanto potrebbe essere un agenzia pubblicitaria o simili, e poi andare per avvocati, cause, non è mai una cosa positiva, anzi una grande perdita di tempo, che per “piccole cifre” alcune volte non ne vale nemmeno la pena, perché si pagano solo spese processuali senza guadagnare nulla.

Allora perché fare il contratto, cosa ci guadagno?

L’elaborazione di un contratto è sinonimo di serietà e precisione, presentare ad un cliente un contratto con quello che vi siete detti, la famosa frase “mettiamo nero su bianco” è sinonimo di sicurezza, il cliente si sente più sicuro e tutelato, perché in quel caso il professionista s’impegna a mantenere quello che è scritto, e non può fare altrimenti, anzi se non farà quello scritto, io cliente, potrò decidere di mandarlo a quel paese e di prendere un altro consulente al suo posto.

Ma se il modello di contratto per Social Media non mi tutela al 100% per quanto riguarda i pagamenti come faccio?

Questa è la domanda che si pongono tutti, tralasciando le minacce, perché siamo in paese libero e democratico, ma penso che con qualcuno avere la voce grossa non è male 🙂 l’unica arma che ci resta usare sono i tempi di pagamento, io ho escogitato un sistema di pagamento che tutela entrambe le parti, o meglio le soluzioni potrebbero essere due.

Innanzitutto credo che la migliore scelta di pagamento sia il mensile, anche se si tratta di un progetto di sei, sette, otto mesi, essere pagati al mese è meglio, è meglio perché il cliente non sentirà il peso della cifra che andrà a pagare, una sorta di rateizzazione della somma, invece per quanto riguarda il consulente, le modalità di pagamento potrebbero essere due.

La prima modalità di pagamento

La prima modalità di pagamento è quello di ricevere l’importo dell’intera somma, riferendosi al mese, entro e non oltre i primi 10 giorni; quindi ad es. se la collaborazione lavorativa inizia nel mese di novembre, e voi avete pattuito 200,00€ al mese, il pagamento dei 200€ dovrà avvenire entro e non oltre il dieci di novembre e se questo non avviene? Semplice voi dovete smettere di lavorare e non inizierete a farlo fin quando non sarà regolarizzato il conto, al massimo se il cliente non vorrà più collaborare con voi, per un qualsiasi motivo, voi avrete perso solo dieci giorni di lavoro.

La seconda modalità di pagamento

Il secondo metodo di pagamento potrebbe essere quello più “sicuro” per entrambi le parti ed è anche una sorta di ulteriore rateizzazione della somma, praticamente inizierete a lavorare solo e soltanto quando avrete ricevuto “l’acconto d’inizio lavoro”, questo significa che se pattuite un importo di 200€, per poter iniziare a lavorare vi dovranno essere versati 150€ e i 50€ a fine mese, perché dovete avere un acconto così grande? Semplice, per vostra sicurezza, perché se il cliente non vuole pagare, voi comunque una buona quantità di soldi l’avete intascata, inoltre, un cliente che non vi paga i 50€ restanti è una persona poco affidabile, perché perdere la faccia per 50€, se sei un imprenditore…..non è il massimo, anzi diciamo che certi personaggi meglio perderli che trovarli, quindi meglio che quei 50€ non ve li da 😉

Ritorno al modello di contratto per Social Media

Ci tengo a dire che non ho inventato nulla…questo modello nasce dal frutto di esperienza personale, letture sul web, ed anche qualche sbirciatina al sito Oscon, un sito che promuove il contratto open source, ma che purtroppo tra i suoi file non si trova nulla in merito a questo campo lavorativo.

Quindi unendo tutte le forze e le nozioni, ho stilato queste cinque paginette di contratto, sicuramente ci saranno delle omissioni, o magari delle possibili aggiunte da fare, però lo reputo una buona base da dove poter partire.

Il file che troverete è un pdf editabile, così da essere anche più carino e semplice da dover gestire, è possibile modificare tutti i dati del cliente, i giorni di lavoro, il tipo di social su cui andrete a lavorare ecc.

Quello che non troverete, saranno le specifiche dell’eventuale strategia che andrete a svolgere, quindi una creazione di un evento, un concorso ecc. queste cose non le ho inserite di proposito perché altrimenti non sarebbero bastate cinque pagine di contratto, ma credo un volume dell’enciclopedia Zanichelli 😉

Va bé, dopo tutto questa testa di chiacchiere penso che ora è arrivato il momento che tanto aspettavate…Buon Download 🙂

Ovviamente se avete modifiche, proposte, o rilevate errori, non dimenticate di scriverlo nei commenti, ma anche se vi è tornato utile, anzi se lo reputate una cosa utile condividete, grazie 🙂

Posted in Internet, Lavoro, Social Network and tagged , , , , , , , , , .

16 Comments

  1. Interessante. Direi che c’è tutto. Possono essere apportate alcune modifiche di forma ma il contenuto è soddisfacente. Grazie mille. Condiviso e condiviso 😉

  2. Grande!! Mi ero sempre chiesto come “mettere nero su bianco” da freelance, grazie a te ho trovato la risposta 😉

  3. ciao, molto interessante il file condiviso, grazie. Purtroppo non riesco a editarlo, dove sbaglio?

  4. Ciao grazie per aver apprezzato 🙂
    Il file una volta scaricato deve essere aperto con un pdf reader qualunque, se lo hai fatto già cerca di aprirlo con Adobe Reader anche se dovrebbe funzionare anche con altri.
    Una volta aperto devi selezionare con il puntatore del mouse il campo che devi editare.
    Modificato tutti i campi che t’interessano puoi stamparlo e avrai il tuo modulo bello e pronto.
    Fammi sapere se risolvi, ok?
    Grazie ancora 🙂

  5. Grazie. La risorsa è davvero molto utile e la utilizzerò sicuramente. Occhio ai congiuntivi però…non fanno una bella figura in un contratto i congiuntivi sbagliati…

  6. Buongiorno, utilissimo strumento, grazie. Mi chiedevo però quale fosse l’inquadramento professionale. Ovvero, è necessaria l’apertura di una P.I.?

  7. Grazie per aver cancellato il mio commento. Ritengo che la tua figura non sia per nulla professionale e attendibile.

  8. Grazie mille Annalisa, ho fatto la correzione che mi hai segnalato e ti ringrazio. Purtroppo l’impersonale non è il mio forte e facilmente mi può scappare, però devo mettere alla gogna il mio correttore di bozze 😀 😀 😀 😀 😀
    Grazie ancora alla prossima

  9. Ciao Daniela, cosa intendi per inquadramento professionale? Per poter rilasciare questo contratto come devi essere contrattualizzata? Dipende…se hai la possibilità puoi pensare di aprire partita iva, però sappi che devi avere un buon giro di clienti perché altrimenti non ti conviene. Per iniziare potresti anche pensare di dover lavorare con la ritenuta d’acconto, puoi fatturare tramite il tuo codice fiscale fino a 5000€ lordi.
    Grazie per i tuoi complimenti e se hai bisogno di altro chiedi pure.

  10. Ciao Daniela non so a quale commento ti riferisci, in questo sito i commenti sono soggetti a moderazione, ma non li cancello mai, a meno che non ci siano offese.
    Forse il tuo commento non sarà partito a causa di qualche bug del sito, oppure sei la stessa Daniela di prima?
    Perché se è così il tuo commento non era andato ancora in pubblicazione perché mi serviva un po di tempo per risponderti, scusa se ti ho dato un impressione sbagliata.
    Fammi sapere, sono a disposizione per qualsiasi tipo di chiarimento.

  11. Ciao, ottimo contratto.
    Un pò meno il fatto di non poter togliere il logo e a piè di pagina i tuoi riferimenti (a meno che non mi sbaglio) il che lo rende inutilizzabile davanti a terzi per la propria attività, nonostante sia editabile.

  12. Buongiorno Piero grazie per il tuo parere positivo riguardo il contratto.
    Per poter avere un contratto personalizzato c’è bisogno di un esborso economico, nessuno te lo regala e nemmeno lo mostra, così come ho fatto io.
    Questa è una bozza di qualcosa che potresti utilizzare per il tuo lavoro, lasciandolo così oppure ricopiandolo.
    Se c’è altro io sono a tua completa disposizione.

    Grazie ancora per essere passato sul mio sito e per aver commentato 🙂

    Ciao e alla prossima 😉

Rispondi